Elettrocardiogramma (ECG)


Riproduzione grafica dell'attività elettrica del cuore durante il suo funzionamento.
Contribuisce a diagnosticare la maggio parte delle cardiopatie.

Elettrocardiogramma dinamico delle 24H holter

Questa metodica consiste nella registrazione, per un tempo solitamente di 24 ore, di più tracce elettrocardiografiche in contemporanea; laddove necessario il tempo della registrazione può essere prolungato.
Questa indagine consente di mettere in evidenza alterazioni del battito cardiaco e/o episodi di sofferenza ischemica del cuore non rilevabili in altro modo, soprattutto in assenza di disturbi accusati dal paziente.


Elettrocardiogramma con stress-test


La metodica, facilmente ripetibile, consente la valutazione dinamica della funzione cardiaca, della riserva coronarica e della risposta funzionale respiratoria. Costituisce una indagine fondamentale nella valutazione del rischio coronarico permettendo sovente di individuare patologie coronariche agli stadi iniziale e quindi permettendo interventi terapeutici precoci.
L'applicazione sistematica delle metodiche di screening consente una significativa riduzione delle complicanze anche gravi della malattia coronarica, come noto assai rilevante nelle popolazioni occidentali.


Ecocardiogramma bidimensionale e color-doppler


L'ecocardiografia è una metodica con cui si studiano il cuore e il flusso del sangue per mezzo degli ultrasuoni. A differenza delle radiazioni utilizzate in radiologia, gli ultrasuoni sono innocui, per cui non è necessaria alcuna precauzione e l'esame può essere eseguito su qualunque paziente innumerevoli volte (anche nelle donne in gravidanza).
L'ecocardiografia permette di ottenere informazioni sulla contrattilità del cuore, sulla morfologia delle sue valvole e sul flusso del sangue nelle sue cavità, sia a riposo che dopo l'esercizio fisico o l'assunzione di un farmaco.

L'ecocardiografia Doppler è una tecnica non cruenta e non invasiva quindi facilmente ripetibile utilizzata in medicina per lo studio della situazione anatomica e funzionale del cuore e dei vasi sagugni in tempo reale. Prende il nome dal suo principio fisico di funzionamento, l'effetto Doppler.
Utilizzata da oltre un trentennio ha un notevole valore sia in campo diagnostico che prognostico e terapeutico nelle affezioni cardiache e vascolari.
Con l'utilizzo dell'ecografia, attraverso immagini B-mode, si studia la morfologia delle pareti, la loro motilità, la presenza o meno di formazioni endoluminali, la struttura della "placca ateromasica" mentre con il Doppler pulsato si valuta, attraverso l'analisi spettrale e il grado di purezza del suono, la situazione emodinamica del flusso sanguigno in quel determinato punto e quindi si possono quantificare i vari gradi di stenosi, distinguendo le stenosi emodinamicamente significative da quelle non emodinamicamente significative.
Questa metodologia attualmente viene integrata con l'analisi spettrale a colori per avere informazioni ancora più precise sul flusso sanguigno.


Valutazione saturimetrica


Spesso è utile, nei pazienti affetti da cardiopatie, valutare la ossigenazione del sangue; questo dato può essere molto importante nel giudicare lo stato di gravità della malattia.


Gestione ambulatoriale delle terapie cardiologiche


La finalità delle valutazioni specialistiche è molto spesso quella di stabilire la migliore terapia farmacologica per ogni paziente; la attività del ns. Ambulatorio è da sempre caratterizzata dalla continuità nella assistenza al paziente, al fine del costante ed attento monitoraggio delle terapie farmacologiche prescritte in funzione delle condizioni cliniche e delle impressioni soggettive del paziente.


Valutazione della indicazione a procedure di elettrofisiologia ed elettrostimolazione cardiaca


Le indagini elettrofisiologiche e le procedure terapeutiche di elettrostimolazione (elettrostimolazione definitiva mediante impianto di pace-maker, applicazione di defibrillatore impiantabile, terapia di resincronizzazione cardiaca mediante impianto di pace-maker/defibrillatore biventricolare) costituiscono attualmente importanti presidi finalizzati al miglioramento della qualità di vita ed al prolungamento della sopravvivenza dei pazienti affetti da cardiopatie di varia natura.

La valutazione specialistica Aritmologica finalizzata ad individuare l'indicazione alle procedure diagnostiche e terapeutiche di elettrofisiologia (ablazione transcatetere) ed alle procedure di elettrostimolazione costituisce una importante finalità della attività professionale del Dr Digaetano, grazie alla ampia esperienza nel campo aritmologico acquisita dapprima presso l’istituto di Cardiologia del Policlinico A. Gemelli in Roma già negli anni ’80, successivamente presso la Unità Operativa di Cardiologia dell’Ospedale "Miulli" di Acquaviva delle Fonti ed infine presso la Unità Operativa di Cardiologia e Pneumologia degli Istituti Ospedalieri "Don Uva" in Bisceglie, Unità Operativa di cui da dieci anni è Direttore.